Arte e natura che convivono armoniosamente in un unico luogo

Pura utopia? No. Un sogno che si realizza nella scenografica Villa Carlotta a Tremezzo, sul lago di Como, che accoglie con il suo magnifico parco botanico e le sue sale ricche di capolavori d’arte.

La Casa Museo

La splendida dimora, imponente ma sobria, fu fatta edificare in una conca naturale, tra lago e montagne, dal marchese Giorgio Clerici a fine ‘600, ma fu nell’800, con il nuovo proprietario Gian Battista Sommariva, che la residenza si ampliò, si arricchì ed iniziò ad assumere le caratteristiche odierne.

La villa, impreziosita da opere d'arte di artisti del calibro di Canova, Hayez e Thorvaldsen, venne infatti trasformata in una e vera e propria Casa Museo.

IMG_3553.jpg

Il giardino botanico

L’originario giardino all’italiana seicentesco venne invece ampliato con zone caratterizzate da giardino all'inglese e, a fine XIX secolo, fu aggiunta la grande architettura vegetale delle imponenti masse di rododendri, azalee e specie rare, che fanno del parco di Villa Carlotta un vero e proprio giardino botanico.

Con i suoi 8 ettari di estensione, il parco di Villa Carlotta è celeberrimo per la stupefacente fioritura primaverile dei rododendri e delle azalee (presenti in oltre 150 varietà). Ogni periodo dell'anno è comunque adatto per una visita: esemplari di camelie, cedri e sequoie secolari, felci, platani, bambù ed essenze esotiche danno il meglio di sè - ognuna nella propria stagionalità - in un alternarsi di ambientazioni create, nel corso dei secoli, dagli architetti dei giardini.

Villa Carlotta è un luogo di grande fascino per la felice posizione panoramica, l'armoniosa convivenza di stili, la ricchezza di essenze e le suggestioni artistiche che ne fanno una meta imperdibile sia per gli amanti della natura che per gli appassionati d’arte.

Che ne dite di sfruttare questi week-end di fine estate per andarla a visitare?

IMG_3242.jpg