olanda amsterdam

Amsterdam è la capitale dei Paesi Bassi, nota per il suo patrimonio artistico, l'elaborato sistema di canali e le case alte e strette con facciate a gradoni, retaggio del Secolo d’Oro. 

Dinamica, giovane e poliedrica, la capitale olandese offre tanto e per tutti i gusti.

Amsterdam non è solo coffee-shop e donnine in vetrina nel quartiere a luci rosse, ma vanta anche importanti musei d’arte (Van Gogh e Rijksmuseum, solo per citare due colossi) e verdi parchi tenuti benissimo. Offre attrazioni di ogni genere: dalla Casa di Anna Frank alla più prosaica Heineken Experience; da chiese antiche a realtà molto particolari come quella che si può scoprire all’interno del Begijnhof.

Ed ancora, Amsterdam è bella così, semplicemente da vivere!

Passeggiare lungo i canali, ammirare le facciate delle case a gradoni simbolo del Secolo d’Oro, esplorare l’anello dei canali (Patrimonio UNESCO) partecipando ad un romantico tour sui battelli, visitare le particolarissime house-boat e perdersi tra i colori e i profumi dei mercati dei fiori.

Ma andiamo con ordine, e iniziamo col dire che 3 giorni sono un tempo ragionevole per poterla visitare per bene e con calma.

olanda amsterdam case galleggianti
olanda amsterdam murales

Cosa vedere ad Amsterdam

Amsterdam Centraal Station, la Stazione di Amsterdam

Noi abbiamo alloggiato in un campeggio periferico e quindi dormivamo fuori città. La mattina prendavamo un battello affollato soprattutto di pendolari del posto che vi caricavano anche le biciclette e, in pochi minuti, eravamo sull’altra sponda, esattamente in stazione.

Centraal Station è la stazione principale di Amsterdam. È comodissima perchè si trova in centro ma soprattutto è un’opera d’arte di per sè.

Realizzata tra il 1881 e il 1889 su progetto di Pierre Cuypers e A. L. van Gendt, è un edificio in mattoni rossi, dalla sfarzosa facciata neogotica e neorinascimentale lunga circa 100 metri, con decorazioni che fanno riferimento al passato marittimo della città. Molto simile - per stile - alla facciata del Rijksmuseum, ai lati è delimitata da due torri dell'orologio.

Antistante la stazione rimaniamo sbalorditi dal parcheggio colmo di migliaia e migliaia di biciclette. Mai viste così tante!!!

olanda amsterdam stazione treni

La Casa di Anna Frank

Alzi la mano chi non ha letto il famosissimo Diario di Anna Frank ai tempi della scuola. 

Bene, per toccare con mano i luoghi dove si sono svolte le vicende di questa ragazzina e della sua famiglia durante la Seconda Guerra Mondiale, basta recarsi nel centro di Amsterdam e visitare La Casa di Anna Frank, il rifugio trasformato in un museo dove è possibile:

  • Visitare la Casa di Anna Frank e scoprire come vivevano qui i rifugiati
  • Esplorare e toccare con mano i contenuti del Diario di Anna Frank.
  • Visita le mostre temporanee sul fascismo e sulle persecuzioni

La Casa di Anna Frank è una delle attrazioni più visitate per questo ci sono sempre lunghissime file. Per evitare lunghe code è meglio prenotare il biglietto in anticipo on-line per saltare la fila.

olanda amsterdam casa anna frank

I Canali di Amsterdam

I Canali di Amsterdam sono il fiore all’occhiello della capitale olandese, una delle attrazioni principali, il simbolo della città stessa.

Durante un soggiorno ad Amsterdam è impossibile non ammirarli per i canali SONO le strade di Amsterdam. 

L’UNESCO ha riconosciuto il valore culturale dei canali di notevole spessore al punto che, nel 2010, li ha inseriti nella lista del Patrimonio mondiale dell’umanità.

Per esplorare i canali di Amsterdam ci sono sostanzialmente 2 opzioni: passeggiargli accanto o solcarli con un piacevole tour in barca o battello. In un modo o nell’altro, si ammirano le alte facciate a gradoni dei palazzi storici, retaggio del Secolo d’Oro, che vi si affacciano. Ma l'intricata rete di canali che percorre il centro di Amsterdam costituisce anche un'esclusiva zona residenziale dove gli alloggi sono le House Boat, le Case Galleggianti.

olanda amsterdam canali

Le House Boat, Case Galleggianti

Le House Boat sono delle imbarcazioni adibite a vere e proprie abitazioni.

Si tratta di imbarcazioni anche con più di 100 anni, retaggio del passato marittimo e commerciale di Amsterdam. Una volta restaurate sono state dotate di servizi moderni (elettricità, riscaldamento e acqua compresi) e di tutti i comfort che si possono trovare in una casa qualsiasi.

Ad Amsterdam si contano circa 2500 House Boat ormeggiate lungo le banchine dei canali.

Nella zona centrale della città ci sono le più lussuose e riccamente arredate, disposte su più piani e addirittura con giardini e terrazze.

Quando e perchè inventarono le House Boat?

Le House Boat nacquero come soluzione innovativa per una necessità sorta nel dopo guerra: rispondere alla crescente domanda di alloggi ad Amsterdam (e in altre città attraversate dai canali). 

Oggi le case galleggianti, oltre a costituire un segmento d’elite nel mercato immobiliare, sono divenute un'icona locale, una delle attrazioni da visitare o almeno da immortalare.

Per vedere dal vivo come si possa organizzare la vita quotidiana in queste particolari abitazioni, si può visitare la Casa-museo galleggiante nel canale Prinsengracht.

Altrimenti, data la rilevanza turistica, alcune House Boat, sono state trasformate in ristoranti, caffetterie e alloggi dove i visitatori possono mangiare, bere un caffè e addirittura pernottare sull’acqua, provando un genere di esperienza decisamente inusuale.

Esperienza così inusuale che, ovviamente, ha il suo prezzo! 

olanda amsterdam canali casa galleggiante

Il Rijksmuseum

Il Rijksmuseum è il Museo Nazionale d'Olanda dove sono esposti i capolavori di Rembrandt e Vermeer e di altri pittori fiamminghi. Dovendo fare delle scelte - per ovvie ragioni di tempo - ci siamo fatti trasportare dal gusto personale e così abbiamo optato per la visita al Van Gogh Musem. Del Rijksmuseum abbiamo solamente ammirato l’imponente facciata.

olanda amsterdam rijksmuseum

Il Museo di Van Gogh

Il Museo di Van Gogh è uno dei più famosi al mondo e ospita la più vasta collezione esistente del celebre pittore olandese.

Allestito in una struttura di architettura moderna, occorre prepararsi a file interminabili. Pur avendo prenotato il biglietto on-line (e quindi accedendo attraverso la corsia preferenziale) abbiamo fatto una fila di circa un’ora e mezza. Il museo è enorme e sviluppato su più piani. Si segue un interessantissimo percorso con audioguida. Mettete in conto almeno mezza giornata.

olanda amsterdam van gogh museo

Quartiere a Luci Rosse

Un’altra icona di Amsterdam è certamente il celebre Quartiere a Luci Rosse.

Si trova nel cuore della città in un dedalo di viuzze medievali, nell’area denominata De Wallen. Paradosso o ironia della sorte, il punto di partenza per visitare il Quartiere a Luci Rosse è la Oude Kerke, la chiesa più antica della città. 

Presso che non abbiamo girato il quartiere la sera e neppure di notte, durante il giorno non dice proprio nulla e non è per niente scandaloso. 

Un susseguirsi di night club, sexy-shop, negozi di condom e vetrine dalla luce appunto rossastra che espongono in vetrina, al posto dei manichini, ragazze in biancheria intima che ballano e guardano i passanti con fare ammiccante. Niente comunque di particolarmente scabroso o da gridare allo scandalo. 

Il quartiere è frequentatissimo, anche di giorno, soprattutto da gruppi di giovani in “vacanza - addio al celibato”.

Pensavamo a qualcosa di decisamente hot, eravamo convinti di incappare in qualche situazione particolare e piccante, anche solo per farci due risate. Ma così non è stato, anzi. O sono cambiati i tempi e il quartiere gode solo del retaggio di un’antica nomia oppure sono la sera e le ore notturne ad essere un po’ più movimentate.... 

olanda amsterdam red quarter
olanda amsterdam people

I coffee-shop

Spesso i giovani si recano ad Amsterdam proprio per i coffee-shop.

Locali ambigui, riconoscibili a distanza per l’aroma di marjuana. Si trovano sparsi un po’ in tutta la città, ma la più grande concentrazione si ha nel Quartiere a Luci Rosse.

La cannabis non è legale neppure in Olanda, tuttavia sono tollerati il possesso e l’acquisto di 5 grammi di droghe leggere (marjuana, hashish, space cake e funghi).

olanda amsterdam coffee
olanda amsterdam people

Heineken Experience

Fondata nel 1864, la Heineken è la casa produttrice di birra più grande al mondo.

Ad Amsterdam, la sede della ex fabbrica è stata trasformata nella Heineken Experience:

una fabbrica-museo che, più che un birrificio, è museo interattivo dove prender parte ad una divertente esperienza dal chiaro intento di marketing. 

Un’esperienza multisensoriale che permette di seguire tutte le fasi del processo di fabbricazione della bevanda annusando, osservando e, soprattutto, assaggiando una Heineken. L’attrazione è tra le più gettonate, consigliamo quindi di prenotare per tempo il tour o di recarvi la mattina presto. Il tour è piuttosto lungo, considerate almeno un paio d’ore e il biglietto d’ingresso abbastanza caro (include anche 2 birre).

olanda amsterdam beer heineken

La Nieuwe Kerk, la  Chiesa Nuova

La Nieuwe Kerk è la più importante Chiesa di Amsterdam ormai sconsacrata.

Collocata nella centralissima Piazza Dam, la Chiesa Nuova è un edificio in stile neogotico dove si tiene la cerimonia di incoronazione dei reali d’Olanda, si celebrano le principali ricorrenze cittadine nonché la Giornata Nazionale dei caduti, prevista ogni 4 maggio.

All’interno vengono allestite anche mostre temporanee.

olanda amsterdam new kerke
olanda amsterdam nuova chiesa

Beghinof

In Piazza Spui, nel centro di Amsterdam, dietro ad un portone di legno si accede al Beghinof, uno dei luoghi più particolari e suggestivi della città.

Cos’è il Beghinof?

Il Begijnhof è un luogo connesso ad una realtà molto particolare. Si tratta di un ampio cortile circondato da una serie di stanze dove, in epoca medioevale, vivevano le beghine: donne appartenenti ad una confraternita cattolica di sorelle che conducevano una vita simile a quella delle monache, pur godendo di maggiore autonomia e libertà. 

Quando nel Cinquecento fu introdotto il divieto di professare la fede cattolica, il Begijnhof fu l'unica istituzione cattolica che sopravvisse. La cappella del Beghinof è visitabile ma difficoltosa da trovare in quanto nascosta dietro le facciate di alcune case, si tratta infatti di una vera e propria chiesa clandestina.

Durante la visita al Beghinof occorre mantenere un certo decoro ed il rigoroso silenzio, come quando si visita un monastero. 

Si cammina solo sui vialetti riservati ai visitatori, gli altri sono chiusi per mezzo di cancellini ed è vietato fotografare le case private

Una volta varcata la soglia del Beghinof si viene immersi in un contesto pacifico e silenzioso dove la spiritualità è fortemente palpabile.

Non pare possibile che appena fuori dall’uscio si venga di nuovo catapultati nel frastornante baillame di una delle piazze più frequentate di Amsterdam!

Quella del Beghinof non è una realtà propria solo di Amsterdam ma dei Paesi fiamminghi in generale. Ne abbiamo infatti visitato uno altrettanto bello a Bruges, in Belgio.

olanda amsterdam beghinof

Vondel park

Vondelpark è il parco cittadino più grande e famoso di Amsterdam. 

45 ettari di verde con aree gioco, ristoranti e caffè, che attira 10 milioni di visitatori l'anno. 

Vondelpark fu progettato dall'architetto paesaggista Jan David Zocher che prese spunto dal tipico stile paesaggistico inglese che vuole creare l’illusione di un paesaggio naturale dove si susseguono laghetti, boschi e sentieri.

Il parco è dedicato a Joost van den Vondel, poeta olandese del XVII secolo, la cui statua si erge nel parco.

olanda amsterdam park

Magere Brug

Il ponte Magere Brug, sul fiume Amstel è uno dei ponti più famosi e fotografati di Amsterdam.

Fu eretto nel 1934 ma il ponte originario costruito in questo punto risale al 1691. L’espressione Magere Brug, che significa “Ponte Magro”, si riferisce al fatto che tale ponte sia molto stretto. 

Il Magere Brug dà il meglio di sè la sera quando viene illuminato da oltre 1800 lampadine! È uno degli angoli più romantici di Amsterdam.

CURIOSITÀ: Fino al 1994 il ponte era azionato manualmente da due custodi.

Piazza Dam

Piazza Dam è il cuore pulsante di Amsterdam.

Vi si affacciano il Palazzo Reale (piuttosto anonimo, niente di particolare) e la Nieuwe Kerk (Chiesa Nuova). Zona di passaggio e fulcro cittadino, la piazza è sempre molto affollata anche da artisti di strada.

olanda amsterdam plaza

La Oude Kerke, la Chiesa Vecchia

Nel centro di Amsterdam, paradossalmente nel cuore del Quartiere a Luci Rosse, si trova la Oude Kerke, l’edificio più antico della città. Le sue origini risalgono al 1200 circa quando fu costruita una cappella di legno di rilevante importanza per pescatori e naviganti al punto che venne intitolata a San Nicola, il protettore dei pescatori, dei marinai e dei mercanti. Nel corso dei secoli, la chiesa venne ampliata fino a divenire il monumento che vediamo oggi. 

All'interno della Oude Kerke vi sono più di 2000 tombe e sono custodite le spoglie di personaggi famosi per il Paese: poeti, compositori, ammiragli, governatori…

La luce filtra all’interno attraverso magnifiche vetrate istoriate; dall'alto pendono modellini di navi, in ricordo dei tempi in cui l'edificio era frequentato da gente di mare. 

La Chiesa venne denominata Oude Kerke, ossia Chiesa Vecchia, quando nel Quattrocento venne edificata la Nieuwe Kerk (Chiesa Nuova).

olanda amsterdam old kerke
olanda amsterdam luci rosse

Essendo una grande città, l’atmosfera che si respira ad Amsterdam è nettamente diversa da quella serafica e pacifica delle realtà campestri - e a tratti naïf - che abbiamo sperimentato nelle 2 settimane a spasso per il Paese.

Affollata e caotica, con gente di ogni tipo (spesso e volentieri si incrociano personaggi alquanto bizzarri!), per gustarla davvero e non esserne storditi, abbiamo deciso di esplorarla a piccole dosi: 3 giorni NON consecutivi.

Per noi Amsterdam è stata dunque "la virgola modaiola e un ritorno al presente all’interno di una frase di parole antiquate e retrò!"

E voi, ci siete mai stati? Cosa ne pensate? Che impressione vi ha fatto?