Estate 2009.

Anno molto particolare ricco di novità e sconvolgimenti famigliari: matrimonio, cambio di lavoro, operazioni chirurgiche…

Delle vacanze estive non si era neppure pensato, tanto in giugno eravamo stati in viaggio di nozze… Si dava quindi per scontato che quell’anno le ferie di agosto sarebbero saltate.

E invece, una capatina propriamente casuale in un’agenzia turistica di passaggio e un catalogo alla mano... E’ così che, in fretta e furia, all’ultimo momento, e praticamente per caso, ci siamo concessi una settimanella di mare a Banjole, piccolo paesino sul mare nella parte più a sud della penisola istriana. Si è rivelato il luogo ideale per pigre e rilassanti giornate di mare, ma anche un’ottima base d’appoggio per scoprire città limitrofe come Pola, Rovigno e Parenzo.

Quella vacanza, partita in sordina, si è rivelata provvidenziale perchè ci ha fatto scoprire la Croazia. Un paese stupendo, di cui ci siamo letteralmente innamorati a prima vista, tanto da ritornarci i due anni successivi per scoprirla un pezzo per volta.

La Croazia è un Paese davvero variegato che offre così tanto da riuscire ad accontentare chiunque con la sua estrema versatilità!

IMG_0030.jpg

Dal mare cristallino ai borghi pittoreschi, dalle montagne alle vestigia romane che la percorrono da nord a sud, dai parchi nazionali con laghi e cascate alle migliaia di isole che ne costeggiano la costa.

Senza dimenticare la cordiale ospitalità della gente e l’ottima cucina che, riflettendo la varietà morfologica del territorio, è estremamente varia: pesce freschissimo, funghi, carne e pregiati tartufi, senza dimenticare le specialità prettamente locali come le golose palačinke (di cui Andrea farebbe indigestione) e le gustosissime biete alla dalmata (il mio contorno preferito!).

IMG_0064-2.jpg
DSCF0090.jpg

In Croazia ci si può limitare ad un soggiorno total relax di mare in una delle innumerevoli spiagge dal mare limpido, si può fare una gita a contatto con la natura in uno degli 8 Parchi Nazionali (quello più importante, nonché l’attrazione maggiore della Croazia, sono i Laghi e cascate di Plitvice, uno di quei posti da vedere assolutamente almeno una volta nella vita!), oppure dedicarsi alla cultura visitando città come Dubrovnik, Trogir, Spalato, Sibenik, Parenzo etc…  testimonianze, conservate in maniera ineccepibile, della storia antica del paese stesso.

Altro ‘plus’ della Croazia è il fatto che la si può visitare tutto l’anno. Più di una volta, infatti, abbiamo varcato il confine per concederci break rigeneranti durante le feste natalizie e pasquali soggiornando nelle eccezionali strutture termali che caratterizzano il territorio (nello specifico noi siamo stati ad Umago e a Novigrad).

Essendo una zona costiera, il clima risente dell’influsso del mare e, quindi, anche in inverno, le temperature sono piuttosto miti. Per tal motivo, durante questo tipo di “vacanza-coccola”, la mattinata era dedicata a lunghe e rilassanti passeggiate sulla spiaggia e in paese, mentre i pomeriggi ai trattamenti della spa.

DSCF0354.jpg

Come accennato più sopra, abbiamo visitato un po’ tutta la nazione in 3 anni distinti: il primo anno ci siamo concentrati alla penisola istriana, il secondo alla zona del Quarnaro ed infine alla parte meridionale.

Una più bella dell’altra, ognuna con le proprie specificità ma tutte attraenti in egual misura. Impossibile fare una classifica.

E voi? In quali zone della Croazia siete mai stati? Cosa vi è piaciuto di più?