sri lanka, spezie

Numerosi sono gli epiteti e le espressioni con cui, da secoli, lo Sri Lanka, viene identificato.

L’Isola di Ceylon, Lacrima dell’India, Serendipity…

Tutti hanno un senso e un corretto significato. Ma certamente quello che meglio e più di ogni altro rende onore allo Sri Lanka, è l’Isola delle Spezie.

D’altra parte, sono proprio le spezie ad aver attirato, nel corso della storia, mercanti, commercianti ed avventurieri indiani, arabi ed europei.

La visita ad un giardino di spezie è una tappa obbligata durante un viaggio in Sri Lanka. Anche perchè i giardini di spezie sono ovunque, non è quindi difficile trovarne uno.  

Nel tragitto verso Kandy abbiamo fatto tappa a Matale (25 km a nord di Kandy), cittadina famosa per la coltivazione di spezie e nonchè importante centro di produzione di artigianato tradizionale singalese.

sri lanka, ginger

Ranweli Spice Garden & Restaurant

Il giardino di spezie che abbiamo visitato è il Ranweli Spice Garden & Restaurant.

La visita del giardino avviene guidata e noi siamo siamo stati molto fortunati: siamo infatti stati accompagnati dal simpaticissimo e preparatissimo Tyronne.

Il giardino è un tripudio di piante. Per ognuna, l’esperto accompagnatore chiede di riconoscere o tirare ad indovinare la specie. Se si hanno difficoltà, come nel nostro caso, non essendo esperti botanici, il simpatico Tyronne dà degli aiutini facendo riflettere e ragionare osservando, e spesso, anche annusando, fiori, foglie, frutti e bacche.

Di ogni tipologia di pianta la guida ne spiega poi tutte le proprietà e gli utilizzi:

  • curativi e medicamentosi
  • di bellezza
  • in cucina
sri lanka, curcuma
sri lanka, cannella

Verso metà percorso c’è poi la canonica “tappa commerciale” dove vengono fatti testare di persona creme, cremine, unguenti magici vari, oli, lozioni etc… Con tanto di prova pratica: gli uomini in genere vengono sottoposti a massaggi su collo e testa, mentre le donne vengono impiastricciate su mani e collo con creme effetto lisciante e antirughe! 

Nel negozietto finale, tappa obbligata prima dell’uscita, oltre alle varie lozioni testate da poter acquistare, vi è ampia scelta anche per i mix da utilizzare in cucina.

Le tradizioni culinarie dello Sri Lanka derivano infatti dalla mescolanza di prodotti locali con ricette e prodotti portati sull'isola nel corso dei secoli da indiani, arabi, portoghesi, olandesi e britannici.

Il piatto base è il riso al curry, pressoché onnipresente, che accompagna carne, pesce e verdure. Il curry non è la polvere gialla che vendono da noi. Il curry, in realtà, è un mix di spezie adeguatamente e sapientemente miscelate in modo tale da esaltare gli ingredienti base della portata: pesce, carne, verdure etc… Le spezie sono quindi l’ingrediente base di ogni piatto singalese ed è bene segnalare che il peperoncino è onnipresente e, soprattutto, molto, ma molto abbondante! 

Ovviamente, oltre a varie tipologie di curry, in vendita si trovano varie tipologie di thè e cacao.

sri lanka, massaggi

Sri Muthumariamman Thevasthanam

Continuando la strada verso Kandy abbiamo fatto un’ulteriore tappa, allo Sri Muthumariamman Thevasthanam. 

Lo Sri Muthumariamman Thevasthanam è un gigantesco tempio induista che sorge a fianco della strada principale. Si tratta di uno dei più grandi templi induisti del Paese ed è dedicato alla dea Mariamman: Mari significa shakti, “energia femminile e potere”, mentre amman è “madre”.

sri lanka, tempio indiano

La dea Mariamman è la più importante divinità femminile per l’induismo nell’India meridionale e in Sri Lanka. Il tempio è coloratissimo, straordinariamente decorato con statue e colori vivacissimi. Fortuna vuole che siamo incappati proprio durante una suggestiva puja, le tipiche cerimonie.

Ci ha ricordato molto, e con grande malinconico trasporto, Little India a Singapore.

sri lanka, tempio
sri lanka, tempio