sri lanka, rocca di sigiriya

Rocca di Sigiriya. Cos’è

Uno dei simboli dello Sri Lanka è la famosa Rocca di Sigiriya.

Sito archeologico dello Sri Lanka centrale che contiene le rovine di un antico palazzo costruito durante il regno di re Kasyapa (477 - 495 d.C.).

È uno degli 8 Patrimoni dell'Umanità del Paese, considerata da alcuni l'ottava meraviglia del mondo, nonchè una delle attrazioni preferite dai turisti.

I resti del palazzo, infatti, si trovano sulla sommità piatta di una collina per raggiungere la quale occorre intraprendere una scalinata di ben 1200 scalini!

Durante il percorso, brevi pause su una terrazza di medio livello che comprende la Porta dei Leoni e per ammirare un muro con affreschi. Prima di iniziare la salita, breve giro tra grotte, fossati e i giardini che si estendono per centinaia di metri oltre il bordo della roccia.

Un po’ faticoso ma ne vale la pena sia per il panorama che si gode dall’alto che per l’esperienza in sè.

sri lanka, rocca di sigiriya

Rocca di Sigiriya. Consigli per affrontare la salita

  • Per visitare la Rocca di Sigiriya servono tra le 2 e le 3 ore.
  • I momenti migliori sono la mattina presto o il tardo pomeriggio quando c’è meno affluenza e il sole non è cocente.
  • Preferire giorni infrasettimanali piuttosto che festività particolari e week-end quando vi si recano anche gli abitanti del posto.
  • La prima parte di scalinata è costituita da gradoni direttamente intagliati nella roccia poi la cima si raggiunge percorrendo una scaletta di ferro molto stretta imbullonata nella roccia. Le scalinate sono sempre molto strette (si passa uno per volta). Non preoccupatevi, a parte un breve passaggio, ci sono sempre 2 strade, una per chi sale e una per chi scende.
  • Chi soffre di vertigini ci pensi per bene se se la sente ad affrontare l’impresa. Non lo nascondiamo, la vista può fare impressione anche se, comunque, non ci si trova mai in situazioni esposte e/o di pericolo.
sri lanka, rocca di sigiriya, panorama

Rocca di Sigiriya e dintorni

Museo di Sigiriya

Prima di affrontare la salita della Rocca di Sigiriya, consigliamo una rapida visita al Museo che si trova all’ingresso.

Giardini acquatici di Sigiriya

L’imponente Rocca di Sigiriya la si vede subito. Là, in fondo, possente e mastodontica, che ci aspetta. Per raggiungerla si devono attraversare i giardini acquatici che si sviluppano lungo un sentiero ampio e rettilineo, circondati da due fossati (il più esterno è ormai prosciugato). Si incontrano 4 laghetti disposti come a formare un quadrato e, appena dopo, un piccolo e raffinato giardino della fontana. 

Giardini rocciosi di Sigiriya

Dopo i giardini acquatici, il sentiero prosegue e comincia a salire attraverso i giardini rocciosi ricavati da enormi massi sparsi qua e là ai piedi della roccia. I giardini rocciosi erano il centro dell’attività monastica che qui si svolgeva prima e dopo il regno di Kasyapa. Ci sono infatti una ventina di grotte che, un tempo, erano le residenze dei monaci stessi. Tali grotte, in origine, erano intonacate e dipinte; oggi si notano si rilevano solo alcuni stralci qua e là. Tra le principali ricordiamo la Grotta del Cobra, così chiamata per la vaga somiglianza con la testa del rettile.

sri lanka, rocca di sigiriya
sri lanka, rocca di sigiriya

Ascesa alla monumentale Rocca di Sigiriya

A questo punto inizia la salita.

La prima parte della scalinata è costituita da gradoni direttamente intagliati nella roccia; sono un po’ alti ma durante il percorso ci sono ragazzini che ti danno una mano “tirandoti su” letteralmente.

sri lanka, rocca di sigiriya salita

Le Fanciulle di Sigiriya

Dopo aver percorso una prima tranche di scale, alla base della roccia, 2 scale a chiocciola in metallo, conducono da e verso una grotta riparata nella parete rocciosa a strapiombo che accoglie Le Fanciulle di Sigiriya, il ciclo di affreschi più famoso dello Sri Lanka. Una serie di bellezze formose del V secolo e che rappresentano una delle immagini più emblematiche del Paese. Il dipinto originale, si dice, rappresentava ben 500 figure femminili su un’area lunga circa 140 metri per 40 metri di altezza. Oggi rimangono 21 fanciulle.

Ma, chi sono le Le Fanciulle di Sigiriya? Alcuni ritengono fossero le mogli di Kasyapa, studi più recenti le identificano molto più semplicemente con apsara, danzatrici divine.

sri lanka, rocca di sigiriya, fanciulle di sigiriya, dipinti sigiriya

Il Muro dello Specchio di Sigiriya

Subito dopo le fanciulle, il sentiero costeggia la ripida parete rocciosa delimitata, su un alto, dal cosiddetto Muro dello Specchio, una parete in origine ricoperta da intonaco composto da una amalgama di calce, albume d’uovo, cera d’api e miele selvatico che le conferiva un aspetto estremamente lucido. Di questi strappi luccicanti oggi se ne ammirano solo alcuni superstiti.

sri lanka, rocca di sigiriya

La Piattaforma del Leone

Continuando la salita, una scalinata in pietra calcarea si arrampica ripidamente fino alla Piattaforma del Leone, un grande sperone che sporge dal alto settentrionale della roccia appena sotto la cima. Da qui parte un’ultima rampa di scale fiancheggiata da due enormi zampe di leone scolpite nella roccia. Del resto del leone… rimane ben poco. Si può però immaginare che all’epoca del regno di Kasyapa, chi lo veniva a trovare, rimaneva sicuramente impressionaato dalla gigantesca immagine e dal relativo significato simbolico: il leone, emblema della regalità singalese (lo troviamo anche sulla bandiera dello Sri Lanka) e le immani dimensioni, intendevano riflettere il prestigio e il potere di Kasyapa. 

sri lanka, rocca di sigiriya

La vetta 

Ed infine, l’ultima fatica, l’ultimo tratto arrampicandosi su una scaletta di ferro molto stretta imbullonata nella roccia, ed eccoci finalmente in vetta.

Un’ampia area piatta dove sorgeva il palazzo-fortezza di Kasyapa.

Oggi, di questa regale ed immensa residenza rimangono soltanto le fondamenta: una piattaforma quadrata di mattoni. Davvero difficile immaginare cosa potesse esserci un tempo….

Restate in cima tutto il tempo che volete per rilassarvi, fare foto e godervi il panorama.

Per scendere si imbocca un sentiero leggermente diverso da quello percorso in salita in modo tale da agevolare il passaggio contemporaneo tra chi sale e chi scende.

sri lanka, rocca di sigiriya

Perchè salire sulla Roccia di Sigiriya

Ma perchè salire sulla Roccia di Sigiriya? Alla fine, una volta arrivati in cima, cosa c’è da vedere? Beh, di per sè, effettivamente nulla.
Ma salire vale sicuramente la pena! 

Anzitutto, dall’alto della roccia si gode una meravigliosa vista che spazia dai giardini acquatici sottostanti alle campagne circostanti fatte di una natura fitta che, così fitta l’abbiamo vista solo in Sri Lanka. Ricordiamo poi, gli affreschi che abbiamo potuto ammirare nel mentre del nostro peregrinare.

Ed infine, ma vuoi mettere la soddisfazione? 

sri lanka, rocca di sigiriya

Rocca di Sigiriya - Informazioni pratiche

Aperto tutti i giorni dalle 7 alle 18 (ultimo ingresso alle 17)

Ingresso €25,00

sri lanka, rocca di sigiriya

E voi, ci siete mai stati? Siete stati in luoghi simili? Altrettanto belli ma difficoltosi da raggiungere? Raccontatecelo nei commenti

sri lanka, rocca di sigiriya
sri lanka, rocca di sigiriya