DE VISU - Viaggio fotografico attraverso quattro paesi e due continenti

Il Museo Archeologico di Cremona ospita la mostra fotografica “DE VISU - Viaggio fotografico attraverso quattro paesi e due continenti”.

DE VISU è stata inaugurata nell’ambito degli eventi del PAF (Porte Aperte Festival, edizione 2019) e resterà allestita fino al 28 luglio 2019.

Burkina Faso, Ladakh, Bangladesh e Etiopia sono gli orizzonti immortalati da Carla Cinelli, Michela Cotelli, Laura Giancaterina ed Enrico Madini, fotografi cremonesi e bresciani che hanno unito i loro scatti in un'unica visione.

enrico madini
museo archeologico cremona

DE VISU è un viaggio attraverso gli occhi, “con i propri occhi” e anche “per diretta visione”.

Il risultato sono quattro reportage.

Più di 70 immagini legate dal medesimo fil rouge: lo stesso sguardo sul mondo e la stessa esigenza di documentare i volti, le emozioni e gli incontri che hanno rappresentato l'essenza di ognuno di questi viaggi.

In un viaggio che spazia dall’Africa all’Asia, al centro vi è lo sguardo dell’uomo, messo a nudo di fronte alle sue condizioni difficili, a volte estreme.

cinelli.jpg

Carla Cinelli - “Nina”

“Nina” in lingua moorè, la più diffusa nel Burkina Faso, significa “quegli occhi”. Non è quindi un caso che le fotografie di Carla Cinelli abbiano per soggetto gli sguardi, gli occhi di quei bambini che lei stessa ha incontrato nel suo lungo viaggio attraverso uno dei Paesi più poveri del mondo.

Gli scatti della Cinelli sono decontestualizzati. Osservando questi sguardi nulla capiamo del Burkina Faso, nè dal punto di vista storico-geografico, nè dal punto di vista socio-politico. Queste immagini cercano semplicemente sguardi. Sguardi profondi, sguardi di bambini che non possono vivere la loro tenera età con la puerile ingenuità e leggerezza che le sono proprie. Sguardi interrogativi che paiono implorare ma che, al tempo stesso, fungono da specchio per l’osservatore che, in essi, può vedersi proiettato attraverso emozioni e sentimenti introspettivamente intimi e personali.  

cotelli.jpg

Michela Cotelli - ”Sul tetto del mondo. Viaggio in Ladakh la terra dei mantra”

Con i suoi 15 scatti Michela Cotelli ci mostra il Ladakh, il cosiddetto “Piccolo Tibet”. Nell’estremo nord dell’India, incuneato tra il Karakorum e l’Himalaya, si trova la culla del buddhismo tibetano. Poco conosciuto ed estraneo al turismo di massa, il Ladakh è fatto di monasteri millenari, laghi in alta quota e spazi sconfinati. Michela Cotelli però ci mostra un ulteriore aspetto di questo Paese: i volti e gli sguardi delle sue genti.

giancaterina foto

Laura Giancaterina - “Bangladesh”

Laura Giancaterina ci porta in Bangladesh. Nonostante il calore e il colore delle persone siano la peculiarità di questo Paese, Laura Giancaterina ce ne offre uno spaccato in bianco e nero. Un scelta tecnico-stilistica volta a rendere unica e più profonda l’atmosfera di quei luoghi. Soggetti principe della sezione di De Visu a lei dedicata, sono i volti dei bambini e scene di vita quotidiana.

enrico madini foto

Enrico Madini - “Back to Africa. Tribù dell’Etiopia del Sud”

La sezione fotografica “Back to Africa” è la prosecuzione del progetto di Enrico Madini “Frammenti d’Africa”, dedicato ai popoli dell’Etiopia del Sud. Questa volta Madini si concentra su scene ed aspetti della vita quotidiana delle etnie Hamer, Nyangatom e Surma. Un taglio quasi antropologico ma non per questo privo di suggestioni e profondità emotiva.  

“Back to Africa” è suddivisa in sezioni ognuna delle quali è introdotta da pannelli esplicativi scritti dall’autore stesso.

Una mostra interessante e profonda perfetta per viaggiatori, amanti della fotografia e per tutti coloro che hanno il coraggio di guardare l’altro e guardare se stessi dentro l’altro.

“DE VISU - Viaggio fotografico attraverso quattro paesi e due continenti” resterà allestita fino al 28 luglio 2019.